Ulisse Tour Operator promotes Sicily and Italy. The Destination Management is one of our core business and thanks to our 10 years of experience, we are definitely able to offer you the best available accommodations and services in the whole region.

Discover Us
Image Alt

Palermo

Overview

   

Panoramica

Capitale della Sicilia, Palermo è la quinta città più grande d'Italia dopo Roma, Milano, Napoli e Torino, per dimensioni e popolazione. Già a metà del XII secolo il geografo arabo Edrisi, affascinato dalla sua bellezza, scriveva: "Prima in ordine è Balarm (Palermo), la bella e grande città, la più splendida di tutte, la più grande e vasta metropoli del mondo, la città adorna di una tale eleganza che racconta la gloria senza fine ". Ha raccontato con sorpresa del suo castello e delle sue mura, dei suoi quartieri e dei suoi fiumi, delle sue chiese e delle sue moschee, del sontuoso palazzo. Certo, ha fatto riferimento a una condizione molto diversa rispetto ad oggi e ovviamente è cambiata molto, ma l'elegante attrazione della città vecchia e ricca è ancora intatta come un'autentica metropoli mediterranea - in una rinnovata stratificazione complessa di architetture e scenari urbani - così come il suo potere affascinante ed evocativo. Palermo ha abbracciato le diverse identità e eredità dei vari secoli, diventando la patria di molte culture e unendo nel proprio cuore sia l'Oriente che l'Occidente. Palermo si è fatta incontro cosmopolita di popoli e storia, crocevia fantastico in cui l'Asia, l'Africa e l'Europa trovano la loro sintesi. Il visitatore ha bisogno di essere pronto per immergersi nella frenetica vita cittadina, vibrante co-presenza di alcune tracce omogenee del passato ancora compatibili con la vita moderna, attraverso la quale la città è diventata la scena di un affascinante sistema architettonico e artistico. Passeggiando per Palermo, ci accorgiamo subito di essere in un mondo di contrasti: splendore e miseria in egual misura, dapprima cupole e campanili affascinanti e poi vecchie facciate screpolate dal degrado e dall'incuria, ampi e magnifici viali vibranti di vita e pieni di boutique e, infine, un labirinto di strade strette e povere con bucato appeso ai balconi, quartieri antichi e ricchi pieni di storia e altre zone indistinte, invase da edifici moderni.

Luoghi di interesse

DA VEDERE:  La Cattedrale (“Nostra Signora dell'Assunzione”) Sorge nella zona sacra più antica di Palermo, dove fenici, romani, bizantini e arabi avevano costruito i loro luoghi di culto. Quando i Normanni salirono al potere, sostituirono immediatamente la moschea musulmana con la chiesa cristiana. Nel 1184 l'arcivescovo di Palermo, Walter Offamilio, ordinò la demolizione dell'edificio e la realizzazione di una grande cattedrale, simbolo del potere religioso della città. Al suo interno troviamo le tombe reali e imperiali dove riposano Ruggero II, Enrico VI di Svevia, Costanza d'Altavilla e Federico II di Svevia, in monumentali sarcofaghi di porfido.  Tra le cappelle, c'è la Cappella di Santa Rosalia, patrona di Palermo.  La Chiesa di “Santa Maria Dell'Ammiraglio” o “Martorana” Fu completata nel 1143 grazie ad una generosa donazione di Giorgio d'Antiochia. Purtroppo oggi la chiesa non ha più nulla del suo originario splendore, a causa delle numerose modifiche che ne hanno rovinato la natura originaria. Rimane tuttora uno degli edifici religiosi più belli di Palermo e della Sicilia. I “Quattro Canti” della Città (Quattro Angoli) È il nome più noto dell'antica “Piazza Vigliena”, centro della parte più antica della città. Viene anche chiamata "Teatro del Sole" perché illuminata dal sole dall'alba al tramonto. La piazza è da tempo il centro della città, luogo di scambio di notizie e pettegolezzi. Fu anche il simbolo della riforma urbanistica spagnola, che diede gloria alle due strade principali che attraversano la città  - “Via Maqueda” e “Corso Vittorio Emanuele”. Il Teatro Massimo, ovvero il teatro dell'opera, “Uno dei teatri più grandi e sontuosi d'Europa”, progettato da G.B. Basile, sotto la cui direzione iniziarono i lavori nel 1.875, poi completati dal figlio Ernesto nel 1.897. Sorge in piazza Verdi, dopo il crollo di un gran numero di edifici della zona. Il teatro, architettura nobile ispirata al neoclassicismo, si estende su una superficie di 7.730 mq e soddisfa pienamente i criteri di decorazione ed equilibrio della borghesia del secolo scorso.   Chiese
  • Chiesa di San Cataldo.
  • Chiesa della Martorana.
  • Chiesa di Santa Caterina.
  • Chiesa di San Francesco d'Assisi.
  • Cattedrale di Palermo: Situata in Corso Vittorio Emanuele, angolo Via Matteo Bonello, la sua lunga storia ha portato ad un accumulo di diversi stili architettonici, l'ultimo dei quali è il XVIII secolo.
  • La Cappella Palatina, la cappella del XII secolo del Palazzo dei Normanni, ha mosaici eccezionali sia nella tradizione occidentale che in quella orientale e un tetto di artigiani saraceni.
  • San Giovanni dei Lebbrosi
  • San Giovanni degli Eremiti
  • Chiesa della Martorana:
  • San Cataldo: Chiesa, sulla centralissima Piazza Bellini, che è un buon esempio di architettura normanna.
  • Santa Maria della Gancia
  • Santa Caterina: Questa chiesa si trova dietro Piazza Pretoria e costruita tra il 1566 e il 1596 in stile barocco.
  • Santa Maria della Catena: Questa chiesa fu costruita tra il 1490-1520.
  • San Domenico: Situato nei pressi di Via Roma, è conosciuto come il “Pantheon degli illustri Siciliani”.
  • San Giuseppe dei Teatini: Situato nei pressi dei Quattro Canti, è un esempio di barocco siciliano.
  • Oratorio di San Lorenzo
  • Oratorio del Rosario: completato da Giacomo Serpotta nel (1710-17)
  • Santa Teresa alla Kalsa,
  • Santa Maria dello Spasimo fu costruita nel 1506 e successivamente trasformata in ospedale.
  • Chiesa del Gesù (Chiesa del Gesù):
  • San Francesco di Assisi
  • Chiesa della Magione
  Palazzi e Musei
  • Palazzo dei Normanni, un notevole esempio di architettura normanna, questo palazzo ospita la Cappella Palatina.
  • Zisa (1160) e Cuba, magnifici castelli / case storicamente utilizzati dai re di Palermo per la caccia. La Zisa oggi ospita il Museo Islamico. La Cuba una volta era circondata dall'acqua.
  • Palazzo Natoli
  • Palazzo Chiaramonte
  • Palazzo Abatellis. Costruito alla fine del XV secolo per il prefetto della città, Francesco Abatellis.
  • Il Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas è uno dei principali musei d'Italia
  • Palazzina Cinese, residenza reale della Casa Borbone delle Due Sicilie e sede del Museo Etnografico della Sicilia.
Le mura della città Il Palazzo dei Normanni Palermo ha almeno due anelli di cinta muraria, molti dei quali ancora visibili e intatti. Il primo anello circondava l'antico nucleo della città fenicia - il cosiddetto Paleopoli (nella zona ad est di Porta Nuova) e la Neapolis. Via Vittorio Emanuele era la strada principale da est a ovest attraverso questa antica città murata. Il confine orientale della città murata era su Via Roma e l'antico porto nei pressi di Piazza Marina. Il circuito murario era all'incirca Porta Nuova, Corso Alberti, Piazza Peranni, Via Isodoro, Via Candela, Via Venezia, Via Roma, Piazza Paninni, Via Biscottari, Via Del Bastione, Palazzo dei Normanni e ritorno a Porta Nuova. Nel periodo medievale la città murata fu ampliata. Via Vittorio Emanuele ha continuato ad essere la strada principale est-ovest attraverso la città murata. La porta ovest era ancora Porta Nuova, le mura proseguivano fino a Corso Alberti, fino a piazza Vittorio Emanuele Orlando dove svoltava ad est lungo via Volturno fino a piazza Verdi e lungo il tracciato di via Cavour. In questo angolo nord-est c'era una difesa, Castello a Mare, a protezione del porto di La Cala. Un'enorme catena è stata utilizzata per bloccare La Cala con l'altra estremità a Santa Maria della Catena (Santa Maria della Catena). La cinta muraria era lungo il lato occidentale del Foro Italico Umberto. Il muro piega ad ovest lungo il lato nord di Via Abramo Lincoln, prosegue lungo Corso Tukory. Il muro gira a nord circa su Via Benedetto, al Palazzo dei Normanni e torna a Porta Nuova. Diverse porte nelle mura della città sopravvivono. Le immagini del muro possono essere viste qui. Teatri d'opera Teatro Massimo. Teatro Politeama. Siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO I siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO includono il Palazzo Reale con la Cappella Palatina, la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio, la Chiesa di San Cataldo, la Cattedrale di Palermo, il Palazzo della Zisa e il Ponte dell'Ammiraglio. Questo rende l'Italia il paese con il maggior numero di siti patrimonio mondiale dell'UNESCO e la Sicilia la regione che ospita il maggior numero di siti in Italia. Cattedrale (“Nostra Signora dell'Assunzione”) Sorge nella più antica area sacra di Palermo, dove fenici, romani, bizantini e arabi avevano costruito i loro luoghi di culto. Quando i Normanni salirono al potere, sostituirono immediatamente la moschea musulmana con la chiesa cristiana. Nel 1184 l'arcivescovo di Palermo, Walter Offamilio, ordinò la demolizione dell'edificio e la realizzazione di una grande cattedrale, simbolo del potere religioso della città. Al suo interno troviamo le tombe reale e imperiale dove riposano Ruggero II, Enrico VI di Svevia, Costanza d'Altavilla e Federico II di Svevia, tutti denudati in un monumentale sarcofago di porfido. Tra le cappelle, c'è la Cappella di Santa Rosalia, patrona di Palermo. Chiesa di “Santa Maria Dell'Ammiraglio” o “Martorana” Fu completata nel 1143 grazie ad una generosa donazione di Giorgio d'Antiochia. Purtroppo oggi la chiesa non ha più nulla del suo originario splendore, a causa delle numerose modifiche che ne hanno rovinato la natura originaria. Rimane tuttora uno degli edifici religiosi più belli di Palermo e della Sicilia. Quattro Canti ”della Città (Quattro Angoli) È il nome più noto dell'antica“ Piazza Vigliena ”, centro della parte più antica della città. Viene anche chiamato "Teatro del Sole" perché illuminato dal sole dall'alba al tramonto. La piazza è da tempo il centro della città, luogo di scambio di notizie e pettegolezzi. Fu anche il simbolo della riforma urbanistica spagnola, che diede gloria alle due strade principali che attraversano la città - “Via Maqueda” e “Corso Vittorio Emanuele”. Teatro Massimo “Uno dei teatri più grandi e sontuosi d'Europa”, progettato da G.B. Basile, sotto la cui direzione iniziarono i lavori nel 1.875, poi completati dal figlio Ernesto nel 1.897. Sorge in piazza Verdi, dopo il crollo di un gran numero di edifici della zona. Il teatro, architettura nobile ispirata al neoclassicismo, si estende su una superficie di 7.730 mq e soddisfa pienamente i criteri di decorazione ed equilibrio della borghesia del secolo scorso. I Mercati VUCCIRIA Il suo nome deriva dal francese "boucherie" (macelleria), dove si trova di tutto: pesce, frutta fresca, verdura, vestiti ecc. Qui si respira ancora l'atmosfera del Suk arabo. IL CAPO Si trova tra “Via S. Agostino”, “Via Capuccinelle” e “Porta Carini”. C'è di tutto: dal cibo di ogni tipo agli oggetti per la casa e ai vestiti di seconda mano. BALLARÓ Si trova nel vecchio quartiere denominato “Albergheria” da “Piazza Carmine a“ Via Ballarò ”. Inoltre, qui puoi trovare di tutto. MERCATO DELLE PULCI Situato in “Piazza Domenico Peranni”, è aperto tutti i giorni per gli amanti dell'antiquariato. CASA PROFESSA Situata in Piazza Professa. Puoi trovare vestiti e tessuti nuovi o di seconda mano, ecc.   Le vie dello Shopping Le vie dello shopping di Palermo offrono opportunità di acquisto per tutte le tasche. In “Via Libertà” (la strada più bella di Palermo, ricca di alberi e palazzi) si trovano i grandi marchi: Louis Vuitton, Bagagli, Furla, Giorgio Armani, Max Mara, Hermes, etc. Questa strada prosegue fino a “Via Ruggero Settimo” e “Via Maqueda”, dove si trovano negozi con nomi meno importanti ma anche interessanti e soprattutto più economici dove potrete godere del piacere dello shopping. “Via Roma”, la strada che parte dalla stazione centrale e termina circa 2 km e mezzo dopo, nei pressi di “Piazza Ruggero Settimo” (meglio conosciuta dai locali come “Piazza Politeama”), una strada ricca di negozi che merita di essere visitata. Un'altra strada degna di nota è “Via Principe di Belmonte”, una strada pedonale ricca di negozi e bar ognuno dei quali ha la propria terrazza dove i locali spesso si fermano per un aperitivo prima di cena o per rilassarsi con una bibita rinfrescante o un gelato in qualsiasi ora del giorno.   Parchi e Giardini  GIARDINO INGLESE Viale Libertà - Orario: 9.00 - 19.00 PARCO DELLA “FAVORITA” Piazza Leoni e Piazza Gen. Cascino. Questo parco era l'area per la caccia reale nell'antichità. Aperto tutti i giorni. VILLA GARIBALDI Possiede alberi secolari degni di essere visti. Piazza Marina. Aperto tutti i giorni. VILLA GIULIA Via Lincoln - tel. 091 7404028 Orario: tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00 VILLA MALFITANO Via Dante Alighieri, 167– tel. 091 6820522. Aperto tutti i giorni (domenica su richiesta). VILLA TRABIA Via Antonio Salinas, 3 - tel. 091 7405905. Orario: tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.00   Teatri  I tour del TEATRO MASSIMO sono disponibili tutti i giorni fino alle 16:00. Piazza Verdi, 9 - tel. 091 6053521 TEATRO POLITEAMA La prestigiosa sede della “Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana”. Ogni anno organizza concerti e spettacoli di musica classica. Piazza Ruggero Settimo. TEATRO BIONDO Dramma, musica e danza. Via Roma, 258 tel. 091 7434345 - 091 7434339.   Musei  MUSEO DI PALAZZO ABATELLIS Opere d'arte dal Medioevo al Settecento. Via Alloro, 4 tel. 091 6230011. Aperto da martedì a venerdì 9.00-18.30; Sabato e domenica 9.00-13.00. Chiuso il lunedì. TESORO DELLA CATTEDRALE Sono presenti cimeli e vestigia provenienti dalle tombe dei re normanni. “Piazza della Cattedrale” tel. 091 334373. TESORO DELLA CAPPELLA PALATINA Piazza Parlamento - Palazzo dei Normanni tel. 091 6262833 (Fondazione Federico II). Orario di apertura: dal lunedì al sabato 9.00-16.15; Domenica e festivi 8.30-9.40 e 11.15-13.00. GIARDINO BOTANICO Costruito nel 1.795, è uno dei più grandi e importanti d'Europa. Puoi vedere piante, alberi e fiori provenienti da tutto il mondo con esemplari grandi e rarissimi, come “l’albero del sapone" e il "Ficus Benjamin" il più grande del mondo. Via A. Lincoln, 2 tel. 091 23891236. Orario di apertura: tutti i giorni 9.00-17.00. Chiuso il 1 gennaio e il 25 dicembre. MUSEO ARCHEOLOGICO “ANTONIO SALINAS” Via Bara all’Olivella, 24 tel. 091 6116805/7. Orari di apertura: martedì-sabato 9.00-18.00; Domenica e festivi 9.00-13.30. Chiuso il lunedì. PALAZZO MIRTO Casa dei Principi San Marco. Via Merlo 2 tel. 091 6164751. Orari di apertura: martedì-sabato 9.00-18.00, domenica e festivi 9.00-13.00. Chiuso il lunedì. GALLERIA D'ARTE MODERNA “E. RESTIVO ”Dipinti e sculture dall'Ottocento ad oggi. Via Sant’Anna 21 Tel 091 8431605. Orario: da martedì a sabato 9.30-18.30. Chiuso il lunedì. MUSEO GEOLOGICO In Corso Tukory 131 Tel 091 23864665. Orario: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00. e 15.00-17.00: sabato 9.00-13.00. Domenica chiuso. MUSEO DELL'ISTITUTO DI ZOOLOGIA In “Via Archirafi”, 18 tel. 0916230111. Orario di apertura: lunedì-venerdì 9.00-13.00. Domenica chiuso. ARSENALE DELLA MARINA REGGIA Via Dell’Arsenale, 142 Orario: lunedì, martedì, giovedì 8.00-17.00; Mercoledì 8.00-18.00; Venerdì 8.00-15.00. Chiuso sabato e domenica.

Inviaci le tue richieste!

Contattaci: https://www.ulissetouroperator.com/contact-us

You don't have permission to register